Correggere l'astigmatismo - Andrea Panelli Oculista
735
page-template-default,page,page-id-735,bridge-core-1.0.4,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-18.0.9,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

Correggere l’astigmatismo

Il trattamento con il laser a eccimeri è un metodo sicuro che garantisce risultati ottimali anche per correggere l’astigmatismo, un difetto dell’occhio molto comune e facilmente curabile, causato da un’alterazione nella curvatura della cornea.
L’occhio astigmatico ha difficoltà a mettere a fuoco sia da lontano che da vicino: gli oggetti possono apparire non solo sfocati ma anche sdoppiati.
L’astigmatismo si presenta spesso associato a miopia e ipermetropia: in questi casi il laser a eccimeri ha un doppio vantaggio, in quanto permette di correggere insieme entrambi i difetti con un unico trattamento.
La scelta del laser più adatto segue dei criteri che valuterò durante la visita oculistica: caratteristiche dell’occhio (cornea, cristallino, pupilla), professione, aspettative, età.

La correzione con laser ad eccimeri per l’astigmatismo si basa principalmente su due metodiche, le stesse utilizzate per la miopia:

PRK (Cheratectomia fotorefrattiva): è l’intervento laser più eseguito. La PRK è particolarmente efficace perché il laser rimodella la curvatura corneale con estrema precisione .

FEMTO-LASIK (Laser Cheratomileusi Intrastomale): questa metodica consiste nella creazione con uno speciale laser, il femto laser, di un sottilissimo flap di cornea che viene sollevato e poi riposizionato dopo il trattamento con il laser ad eccimeri. Il femto-laser permette di sollevare un sottilissimo lembo di cornea con una precisione mai raggiunta finora.

Il laser non sempre consente di rinunciare agli occhiali (specialmente a lungo termine), per cui è necessaria un’attenta valutazione preliminare del diametro della pupilla.
Con il trattamento laser si ottiene una correzione dell’astigmatismo comunque molto elevata, pari all’85-90%: infatti, una parte dell’astigmatismo dipende dal cristallino, la lente interna dell’occhio, e non può essere eliminata.

L’intervento con il laser è indolore e garantisce una guarigione rapida, con la ripresa delle normali attività quotidiane in breve tempo.